29/10/2021

L’acquisto di birra e vini nella GDO

Sara Merigo della Direzione Commerciale dell'Istituto Piepoli, al Workshop organizzato da GDONews e Cibus Lab: I discount non preferiti per gli acquisti di vino. Le promozioni in GDO? Meno del 50% ci fa caso.

Quasi un 1 italiano su 3 non beve vino: è questo il sorprendente risultato dell’indagine condotta sugli italiani da Istituto Piepoli, che è stato presentato da Sara Merigo della Direzione Commerciale dell’Istituto martedì 26 ottobre durante il Workshop di Cibus Lab dedicato alla categoria dal titolo: Vini e le Birre artigianali: Buyer GDO e Industria a confronto.

L’evento ha visto quasi 450 iscritti alla diretta (ed alla differita, chi non si iscrive perde la possibilità di vederlo anche successivamente nel post su LinkedIn). Molto interessante è stato il vedere che che mentre i vini sono acquistati per il 68% dei casi nei supermercati, le birre artigianali sono acquistate nei pub nel 67% dei casi.

Nel sondaggio di Istituto Piepoli, precisa Sara Merigo, abbiamo chiesto agli italiani quali siano i supermercati dove preferiscono acquistare vini: tre insegne molto note hanno raccolto assieme il 63% delle preferenze.. Gli uomini preferiscono il vino rispetto alle donne, ma la distanza non è netta, ed anche gli italiani del nord hanno leggermente prevalso rispetto a quelli del sud nel consumo dei vini.

Molto interessante cosa hanno detto gli italiani sulle attività promozionali proposte dalla GDO: meno del 50% degli italiani fa attenzione a questi sconti offerti dalla GDO. Un dato che dovrà fare riflettere. Quanto denaro allora sono disposti a spendere gli italiani per una buona bottiglia di vino esposta sugli scaffali dei supermercati? La media è 7,80€ a bottiglia. Un valore altissimo rispetto al recente passato e che conferma in pieno quanto sta accadendo, ovvero che ad un incremento molto lieve dei volumi, fa da contraltare un grande incremento del valore di fatturato.

Per quanto concerne, invece, la relazione tra gli italiani e le birre artigianalimeno della metà degli italiani le consumano e sono in prevalenza uomini; sono soprattutto giovani tra i 18 ed i 34, ma anche le persone di mezza età le apprezzano. È molto curioso che il consumatore del nord e quello del sud abbiano indicato la medesima preferenza verso le birre artigianali, non esiste differenza di sorta. Il driver di acquisto principale? Il localismo.

Con GDONews