21/07/2021

L’estate outdoor degli italiani

In un’indagine realizzata da Istituto Piepoli per ENIT e Human Company, si vede come il turismo all’aria aperta stia ponendo le basi per consolidarsi sempre di più fra gli italiani.

Secondo le stime dell’Osservatorio Turismo Open Air commissionato a Istituto Piepoli da ENIT – Italian National Tourist Board e Human Company, sarà un’estate outdoor per un italiano su quattro.

«Il turismo all’aria aperta pone le basi per consolidarsi sempre di più negli scenari turistici attuali» spiega il Presidente Enit, Giorgio Palmucci. «Il 2021 sarà l’anno ideale per intercettare i flussi provenienti dagli Stati confinanti con l’Italia».
Luca Belenghi, CEO di Human Company commenta così le previsioni dell’indagine: «Si tratta di dati che trovano riscontro sull’effettivo andamento delle prenotazioni per l’estate 2021, con l’auspicio che anche i numeri di settembre possano essere confermati e possa riprendere il turismo nelle città d’arte nel prossimo inverno». Secondo Livio Gigliuto, Vice Presidente di Istituto Piepoli: «Questa per i nostri concittadini sarà un’altra estate italiana, ma stavolta sembra esserlo per scelta. L’accelerazione della campagna vaccinale libera la nostra voglia di vacanze e, nel farle, abbiamo riscoperto l’openair e l’Italia. Sarà in ogni caso un’estate all’insegna della prudenza, tanto che il rispetto delle norme igieniche e sanitarie è ormai il criterio principale di scelta delle destinazioni e delle strutture, alla pari con la convenienza».