06/03/2021

Sanremo 2021 e lo stato d’animo del Paese

Alessandro Amadori, Direttore del Dipartimento Qualitativo dell'Istituto Piepoli e Maria Cristina Pasquali, passano ai raggi X le canzoni del Festival di Sanremo e ci rivelano un'Italia malinconica.

E’ stata condotta un’analisi statistica delle parole più ricorrenti all’interno dei testi di Sanremo 2021. I risultati hanno indicato lo stato d’animo del Paese.

Che Italia si intravede, ascoltando le parole del Festival? E’ la domanda che si sono posti Alessandro Amadori e Maria Cristina Pasquali, che attraverso un apposito programma di analisi statistica testuale, hanno calcolato quali sono le parole che ricorrono di più nei testi delle canzoni dei 26 big in gara a Sanremo.

I risultati danno un’indicazione indiretta di quale sia lo stato d’animo collettivo dell’Italia odierna, nel pieno della terza ondata della pandemia di Covid-19.

Quali sono allora le parole più frequenti?

“Testa”, “cuore” e “volta” sono i tre sostantivi più citati nelle 26 canzoni di Sanremo 2021. “Testa“ compare 24 volte e quelli che la usano di più sono i Maneskin con “Zitti e buoni”, Random con “Torno a te” e La rappresentante di lista con “Amare”. “Cuore” è una parola usata 22 volte, da Gaia con “Cuore Amaro” ed Ermal Meta con “Un milione di cose da dirti”. “Volta” (o “stavolta”) compare 20 volte ed è utilizzata da La rappresentante di lista con “Amare” e Max Gazzè con “Il Farmacista”.

di Alessandro Amadori e Maria Cristina Pasquali per affaritaliani.it