Marketing Mix

Marketing Mix

Il Marketing Mix è la sintesi delle variabili di marketing che le aziende utilizzano per raggiungere concretamente i propri obiettivi. Tiene in considerazione le 4 P: Prodotto, Prezzo, Punto vendita e Promozione. Queste variabili devono essere funzionali alla missione aziendale e ai suoi obiettivi per questo ciascuna di esse va sottoposta ad approfondite analisi di mercato che verifichino: il concetto prima che questo diventi prodotto, la propensione all’acquisto, il gradimento rispetto a una confezione, al prezzo e alla promozione stessa.

I nostri servizi

Questa tipologia di ricerca consente una verifica a priori delle potenzialità di un concetto, prima di trasformarlo in prodotto; può essere qualitativo o quantitativo: nel primo caso vengono eseguiti tipicamente da 4 a 8 focus group, nel secondo quasi sempre il campione è di ridotte dimensioni (100-200 casi).

Permette una verifica del gradimento e della propensione all’acquisto suscitata da un prodotto, già esistente sul mercato o (più frequentemente) in vista di un suo lancio sul mercato stesso; è bene che abbia una fase qualitativa propedeutica (per esempio con un paio di focus group) seguita da una verifica quantitativa su campioni sperimentali di 100-300 casi.

Test per verificare il gradimento di una confezione e, più in generale, le reazioni da essa suscitate nei consumatori.

Serve a determinare a priori a quale prezzo (o range di prezzo) vendere i propri prodotti o servizi per raggiungere i maggiori ricavi.

Lo scopo del test è garantire la qualità e la funzionalità delle promozioni prima di utilizzarle.

È la piattaforma di Istituto Piepoli per i forum online. E’ gestita in collaborazione con Norstat. Ha le seguenti caratteristiche:

  • ha durata standard di due settimane/un mese: questo consente una grande possibilità di approfondimento tematico
  • ha sempre uno/due moderatori del DQR, appositamente formati
  • garantisce un alto livello di interattività, tracciando nel contempo il percorso conversazionale di ciascun partecipante
  • permette di raccogliere materiale autobiografico e contenuti etnografici
  • consente la focalizzazione progressiva dei contenuti: durando di default un lasso di tempo esteso fino a un mese, può avere questa scansione tecnico-temporale: prima settimana lancio del tema, seconda settimana rielaborazione e sviluppo di nuovi stimoli, terza settimana lancio dei nuovi stimoli, e quarta settimana raccolta di punti migliorativi finali.

Un contributo ulteriore alla discussione deriva dalla creazione di profili observer (o ghost), dedicati al cliente, grazie ai quali si può assistere giornalmente allo sviluppo della discussione, concordando i passi successivi con i moderatori. Questi profili sono invisibili agli altri utenti, per garantire la massima libertà di moviemento al cliente.

Anche nel caso del Conwivium si segue la metodologia del processo a tre fasi

  1. fase di start up
  2. fase di online community
  3. fase di condivisione del materiale emerso

In tal modo il Conwivium è una vera e propria extension line del normale lavoro di focus online: rispetto al focus online è più lunga in termini temporali e più esaustiva nei risultati.

Storia di successo

Il mercato dei dolci natalizi made in Italy

Scopri

Chiedi subito un preventivo