News

26/01/2022

In cerca di SuperMario

Un Civil Servant al servizio della propria gente. Questo quello che si auspica il Professor Nicola Piepoli, Fondatore e Presidente dell'Istituto Piepoli a colloquio con Niccolò Carratelli, giornalista de La Stampa.

21/01/2022

Convegno sulla Povertà energetica

ll Gruppo Estra propone un convegno in cui vengono presentati i risultati dell’indagine ‘La povertà energetica e le misure per fronteggiarla’ condotta dall’Istituto Piepoli e realizzata a fine 2021.

17/01/2022

ACI Primo per Engagement

Secondo un'analisi di Istituto Piepoli sulle attività social di grandi enti pubblici e associazioni senza scopo di lucro nel 2021 Automobile Club d’Italia risulta primo per engagement. Ottime le performance di molti enti e organizzazioni.

10/01/2022

Al Qurinale? Draghi o Berlusconi

Il Professor Piepoli risponde ad Antonio Di Francesco, giornalista de LaVerità. Oltre a Draghi e Berlusconi nessun altro nome per la corsa al Quirinale.

24/11/2021

L’Olio Extra Vergine di Oliva

Il 30 novembre , durante il workshop di Cibus Lab, organizzato da GDONews, Sara Merigo di Istituto Piepoli, parlerà di Olio Extra Vergine di Oliva, della campagna olearia e delle strategie della GDO.

16/11/2021

Osservatorio Giovani & Futuro

L'Osservatorio dell'Istituto Piepoli sulle giovani generazioni studia i valori, gli atteggiamenti e i comportamenti di acquisto delle nuove generazioni.

12/11/2021

Economia digitale a Vibo Valentia

Nicola Piepoli e Domenico Garrone presentano, sabato 13 novembre a Palazzo Gagliardi, il "manifesto riscrivere l'economia digitale italiana".

29/10/2021

L’acquisto di birra e vini nella GDO

Sara Merigo della Direzione Commerciale dell'Istituto Piepoli, al Workshop organizzato da GDONews e Cibus Lab: I discount non preferiti per gli acquisti di vino. Le promozioni in GDO? Meno del 50% ci fa caso.

20/10/2021

Le elezioni e i segnali del Centro-Sinistra

Per Livio Gigliuto, Vicepresidente dell’Istituto Piepoli, intervistato da Gabriella Cerami dell'HuffPost, "l'astensione è un allarme sociale. M5S paga il suo profilo istituzionale.