12/05/2021

Giornata mondiale della Fibromialgia

Secondo un'indagine dell'Istituto Piepoli, solo un terzo degli italiani conosce la fibromialgia e solo 1 su 10 ne dà una descrizione appropriata - spiega Livio Gigliuto, Vicepresidente di Istituto Piepoli.

Per la Giornata Mondiale della Fibromialgia, l’Associazione italiana sindrome fibromialgica (Aisf Odv) con il contributo non condizionato di Alfasigma promuove ‘Fibro…che? Diamo un volto alla fibromialgia‘.

Secondo un’indagine dell’Istituto Piepoli, solo 1/3 degli italiani, infatti, conosce la fibromialgia e solo 1 su 10 ne dà una descrizione appropriata – spiega Livio Gigliuto, Vicepresidente di Istituto Piepoli. È prevalentemente conosciuta come malattia che ‘dà forti dolori’ o che colpisce” i muscoli.

Tra coloro che la conoscono di più, c’è però una forte differenza di genere: sono in particolare le donne, con una prevalenza del 37 per cento rispetto al 25 per cento degli uomini, e soprattutto quelle dai 34 ai 45 anni e con titolo di studio alto a conoscere la malattia. Solo un uomo su quattro, infatti, sa cosa è la fibromialgia, e il livello di conoscenza crolla tra gli over 54 e i meno scolarizzati.

Continua  a leggere su adnkronos