07/06/2020

La fiducia nel Governo Conte

Da un sondaggio dell'Istituto Piepoli per Inrete risulta che il 49% degli italiani ha ancora fiducia nel governo di Giuseppe Conte. Il 56% degli intervistati non crede che, superata l'emergenza coronavirus, si possa costituire una nuova maggioranza.

Un consenso ancora molto elevato, anche se di un punto al di sotto del 50 per cento, questo quanto emerge da un sondaggio curato dall’Isituto Piepoli per Inrete.

L’indagine è stata effettuata con 502 interviste Cati/Cawi su un campione rappresentativo della popolazine italiana (maschile e femminile) al di sopra dei 18 anni e di ogni parte geografica del Paese.

Dai dati del sondaggio emerge che il 56 per cento degli intervistati è “poco o per nulla” convinto che, superata l’emergenza Covid-19 sia possibile la formazione di una nuova maggioranza di governo. Si andrà avanti, quindi, con l’amministrazione Conte. O almeno questo è ciò che pensano gli italiani a cui è stato chiesto.

“L’emergenza sanitaria – si legge nell’analisi del sondaggio fornita dall’Istituto Piepoli e Inrete – ha dominato il sentimento dell’opinione pubblica nella prima metà del 2020. La fiducia nel presidente del Consiglio è ancora molto alta, ma i primi segnali deboli lasciano intravedere un crescente timore sui primi effetti della crisi economica”. Di sicuro, prosegue il commento dei dati, “per gli italiani in questo Parlamento è difficile trovare un’altra maggioranza e ne sono convinti anche gli elettori di centrodestra che, in caso di crisi, puntano al ritorno al voto”.

Secondo il sondaggio, il 49 per cento degli italiani (di cui il 64% del centrosinistra) sono convinti che la maggioranza (Pd, M5s, Leu e Italia Viva) non saranno in grado di trovare un accordo sull’elezione del Presidente della Repubblica (idea non condivisa dal 52 per cento degli elettori Cinque Stelle).

Laura Mari per la Repubblica