28/02/2019

I servizi in Farmacia

Da un'indagine dell'Istituto Piepoli risulta che ben sei italiani su dieci dicono di avere usufruito di qualche servizio in farmacia nel corso degli ultimi 12 mesi.

Quali sono i servizi di cui gli italiani vorrebbero usufruire in misura più sostenuta in farmacia?

Innanzitutto la prenotazione di visite ed esami (35%), quindi l’effettuazione di esami (30%), quota quest’ultima che raddoppia rispetto all’esperienza dell’ultimo anno, dichiarata dal 15% di italiani che hanno fatto esami in farmacia.

Vorrebbero fare più esami soprattutto nel Sud e Isole e nei piccoli centri (il bisogno di esami in farmacia cresce al diminuire della dimensione della città).

Ma quali esami vorrebbero fare? Altissimo il desiderio di poter controllare il colesterolo (23%) e la glicemia (19%).

Molto elevata infine la quota di quanti vorrebbero trovare in farmacia un servizio di ricerca del personale di assistenza, infermieri o badanti (24%), quota decisamente più alta rispetto all’esperienza dell’ultimo anno, dichiarata dal 5% degli italiani.

Dunque fra i pazienti affetti da patologie croniche la quota di utilizzo dei servizi della farmacia sale al 67%. I non affetti da patologi croniche fanno un po’ di tutto ma in misura inferiore ai malati cronici; queste persone fanno ricorso in modo più rilevante però alla prenotazione di visite ed esami e al controllo del peso.

Il 15% nell’ultimo anno ha effettuato esami in farmacia: in ordine di citazione il controllo della pressione, del colesterolo, del peso,  della glicemia e infine la spirometria.

Un italiano su dieci ha chiesto alla farmacia di stampare i propri esami o le proprie ricette, e altrettanti hanno noleggiato apparecchiature (aerosol, bilance, tiralatte, ecc.).

Si rileva anche una quota del 5% che ha ricercato infermieri o altro personale di assistenza attraverso la farmacia.