30/06/2018

Verso il 2026: A Torino vince il Sì olimpico

Nel sondaggio dell'Istituto Piepoli per otto torinesi su dieci la sfida olimpica è un’occasione da non perdere. No all’alleanza con Milano.

C’è chi dice no. Ma sono pochissimi. Nel giorno dell’arrivo di Luigi Di Maio, i consiglieri Cinque Stelle contrari alla corsa olimpica devono fare i conti con l’opinione pubblica, in larga maggioranza favorevole alle Olimpiadi invernali. Guardando i dati possiamo pensare che i torinesi considerino questo come un evento salvifico per l’avvenire della città stessa: l’80% sono infatti a favore della candidatura. Percentuale che scende al 77% se si considerano solo gli elettori del Movimento 5 Stelle. Il 19% si dice invece poco o per nulla d’accordo con la candidatura. C’è un altro tema importante che, in questi giorni, spunta nel dibattito a Cinque Cerchi: il possibile tandem con Milano. Ipotesi bocciata dal 66%: Torino, dicono, deve correre da sola. Orientamento che si rafforza tra gli elettori grillini: la quota dei contrari al ticket supera il 70%. La partita olimpica può avere un peso anche per il futuro politico della città: il 51% dei torinesi si dichiara favorevole a rieleggere Chiara Appendino se si schiererà a favore di «Torino 2026», con un voto favorevole degli elettori del Movimento 5 Stelle che arriva all’86%. E se la sindaca si schierasse contro? Solo il 25% sarebbe propenso a rinnovarle la fiducia. Sono ragionamenti che, ovviamente, partono dal l’eredità del 2006. Per il 73% dopo le Olimpiadi di dodici anni fa la città é migliorata, per il 12% é peggiorata. Il saldo tra chi ha promosso l’effetto Giochi e chi lo ha bocciato fa segnare un 61% per cento pro-olimpico. Cifra che scende al 46 per cento se si considerano solo gli elettori del Movimento 5 Stelle. Proiettando lo sguardo verso il futuro: per il 71% se Torino tornerà a ospitare i Giochi è destinata a migliorare.

Nicola Piepoli